Crea sito

Istruzioni e scheda tecnica

                                                            KIT BRUNITURA A FREDDO

 

Torino I, uff. comm. Via Casteldelfino 10147

tel 370.1229448 – fax 011.0708030 – [email protected]

 

BRUNITURA A FREDDO DELL’ACCIAIO - DISTRIBUTORE UFFICIALE PER L’ITALIA: VENDITA ASSISTENZA CICLO DI BRUNITURA A FREDDO MODALITA’ D’USO

 

TEMPERATURA MINIMA D’ESERCIZIO: 14° Provvedere ad uno sgrassaggio preventivo accertandosi di asportare eventuali tracce di oli protettivi, oli interi di maschiature, tracce di pennarello o ruggine. I pezzi possono essere sabbiati, in questo caso si può evitare l’operazione di sgrassaggio.

 

SGRASSANTE tempo: 10 minuti - Preparazione: 50% prodotto 50% acqua Immersione e bagno di risciacquo accurato in acqua per circa 1 minuto.

 

CONDIZIONATORE tempo: 1 minuto Massimo Preparazione: 50% parte di prodotto – 50% parti di acqua Immersione e bagno di risciacquo in acqua 1 minuto

 

BRUNITORE tempo: da 1 a 10 minuti in base alla quantità di carbonio contenuta nel materiale e ai principi attivi ancora presenti nella soluzione di brunitura. Preparazione: (ATTENZIONE teme il gelo) Immersione e bagno di risciacquo in acqua 2/3 minuti Soffiaggio e asciugatura con panno o carta quindi passare i pezzi nel protettivo. E’ importante non lasciare pezzi a contatto con l’aria dopo il bagno e il risciacquo dopo la brunitura.

 

PROTETTIVO si usa puro – tempo: 10 minuti minimo. Estrarre e lasciare asciugare in ambiente per 20 minuti. Si consiglia l’uso di un protettivo a lunga durata per ottenere un aspetto più lucido.

 

PRECAUZIONI D’UTILIZZO Per i pezzi che hanno subito lavorazione o trattamenti ad alta temperatura, si può verificare una decarburizzazione superficiale, in questo caso è necessario un decapaggio preventivo in bagno acido o sabbiatura.

 

Il CONDITIONER e il BRUNITORE devono essere contenuti in materiale plastico , mentre lo sgrassante e il protettivo se contenuto in materiali plastici accertarsi che siano antisolvente. Attenzione a non dimenticare pezzi immersi nelle vasche della soluzione del CONDITIONER e del BRUNITORE in quanto il prodotto tende ad esaurirsi.

 

MANUTENZIONE E RABBOCCHI DEL SISTEMA DI BRUNITURA Durante il processo di brunitura, si formano residui salini che si decantano sul fondo della vasca. Quando questi, durante l’immersione dei pezzi, intorpidiscono la soluzione (ciò potrebbe verificarsi dopo un lungo utilizzo del bagno), è necessario asportarli. I metodi consigliati sono i seguenti: - Al mattino, dopo aver lasciato decantare la soluzione, travasare il liquido molto lentamente in un’altra vasca e asportare le parte fangosa. - Travasare il liquido limpido pescando sempre e solo in superficie - Filtrare la souzione.

I rabbocchi servono a ripristinare i principi attivi contenuti nel liquido considerando che a soluzione nuova si ha il 25% di principi attivi. Effettuando il processo di brunitura questi diminuiscono. Il range ottimale è dal 15 al 30%.

 

Non effettuando correttamente i rabbocchi laddone necessiti la rititolazione, si comprometterebbe l’efficacia del bagno di brunitura. La soluzione sgrassante e la soluzione condizionatrice dovranno essere sostituite a loro esaurimento. Il protettivo potrà essere ripristinato con l’aggiunta di prodotto nuovo (in quanto il consumo deriva dalla quantità aderita ai particolari trattati) e ripulito dell’acqua che si deposita sul fondo tramite travaso. Si consiglia, inoltre, di installare una griglia sul fondo della vasca ad un’altezza di circa 2 cm. Affinché i pezzi non vengano immersi nell’acqua anziché nell’olio.

 ESCAPE='HTML'